Rovere

tavole-rovere-travi

Materia Prima

Il legno è materia viva e in evoluzione.
Se ben trattato restituisce calore e benessere.


  • rovere-massello-pavimenti-calligaro-industria-legnami
  • rovere-supportato-con-nodi-calligaro-legnami

ROVERE

Uno degli alberi più presenti nei nostri boschi è la quercia, dalla quale si ricava il rovere.



Categoria Calligaro: Materiale da costruzione
 
Rovere - Naz. - Europeo

Richiedi campione originale.

Foto e colori dei campioni sono a titolo indicativo.


FINITURA: OPACA


CARATTERISTICHE:

Spessore nominale

  • 25 mm
  • 30 mm
  • 40 mm
  • 60 mm
  • 80 mm
  • 100 mm
  • a richiesta
  • Peso specifico

  • Peso 1,2 kg/mq
  • a richiesta Travi lamellari

    Dimensioni

  • Travi massicce
  • 10 x 10
  • 15 x 15
  • 20 x 20
  • Lunghezza massima 13 m
  • FORMATO STANDARD 3050 X 100 mm

     

    Evita di sbagliare le tue lavorazioni e causare sprechi di materiale!


     

    Legno di Rovere: Caratteristiche e Applicazioni

    Leggero e resistente

    l genere Quercus è rappresentato da oltre 500 specie differenti, che vivono in tutte le zone temperate della terra. In Italia la più utilizzata da un punto di vista industriale è appunto la Q. sessiflora (rovere). Un tempo si riteneva che farnia, rovere, roverella fossero delle sottospecie della Q. Kohur. Oggigiorno si preferisce dare una più esatta definizione botanica, per cui la specie Q. pedunculuta definisce la farnia, la Q. pubescens la rovella e la Q. sessiflora il rovere.

    Le differenze botaniche sono comunque molto esigue ed anche le caratteristiche tecnologiche di impiego praticamente comuni alle varie specie. Il rovere europeo, il rovere giapponese e il rovere americano, sebbene commercialmente distinti, sono simili come carattere. Il miglior legname di rovere proviene da alberi cresciuti in bosco, che possono raggiungere i 30 metri di altezza ed hanno un fusto lungo e diritto fino ad un metro di diametro; i vecchi alberi dei parchi hanno talvolta un fusto più largo, con spesso delle basse ramificazioni.

    Da sempre è stato uno dei legni più largamente utilizzati in tutti i settori di applicazione. Da quello navale alle costruzioni civili, per lavori da carradore, ai mobili; sia come massiccio che come tranciato. Come paleria, anche immerso in acqua, per botti, listoni da pavimento, traversine ferroviarie ecc. Unioni con chiodi e viti tengono bene anche se si consiglia la preforatura delle sedi.

    Si lavora con facilità, si lascia tinteggiare e verniciare senza particolari problemi. Molti bei esempi di usi strutturali, in falegnameria e nella decorazione si possono ammirare in edifici storici. Oggi è ancora un importante legno strutturale quando si richiedono aspetto tradizionale o robustezza e durevolezza. È usato per la costruzione di barche, specialmente di barche da pesca, e per portoni e paleria. È un importante legno da mobili ed è usato per falegnameria, pannellature e pavimenti di abitazioni; un uso speciale è quello per doghe da botti da whisky e barili da sherry.

     
     

    Tipologie

    Dal punto di vista commerciale, esistono tre tipi di rovere, accumunati dalle stesse caratteristiche tecnologiche ed utilizzi. Si distinguono in base alla provenienza:

    • Rovere americano, che comprende il rovere americano bianco (Quercus alba) ed il rovere americano rosso (Quercus rubra), che come sottintende il nome differiscono per il colore.
    • Rovere europeo, che come l’americano comprende il rovere bianco (Quercus robur anziché alba) ed il rovere rosso (Quercus rubra).
    • Rovere giapponese, che comprende il Quercus myrsinifolia ed il Quercus glauca.

    Per il rovere destinato a parquet, abbiamo le seguenti varietà:

    • Rovere naturale, un classico che non tramonta mai.
    • Rovere spazzolato, con la venatura in rilievo.
    • Rovere sabbiato, giusto equilibrio fra il classico ed il moderno.
    • Rovere sbiancato, è quello più gettonato perché permette di creare ambienti luminosi e solari.
    • Rovere anticato, dai colori caldi e tradizionali.

    Utilizzi

    È un legno molto apprezzato per le sue numerose caratteristiche positive e si presta a vari usi. I principali sono:

    • Costruzione di mobili pregiati e duraturi.
    • Costruzione di piccole imbarcazioni.
    • Costruzione di botti pregiate per l’invecchiamento dei vini.
    • Realizzazione di strutture portanti nell’edilizia.

    Realizzazione di

  • Legna da ardere, produce un’elevata quantità di calore ed una bassa densità di fumo.
  • foto di un parquet in rovere
  • parque in rovere

    Pregi e Difetti

    In base alle caratteristiche che abbiamo già visto, il rovere presenta numerosi pregi e l’unico “difetto” che ci sentiamo di segnalare è il costo abbastanza elevato che tuttavia viene ripagato nel tempo grazie alle numerose qualità. Riassumiamo le principali: Elevata durezza e tenacità, vedi le caratteristiche. Elevata resistenza alle intemperie ed agli agenti atmosferici, vedi le caratteristiche. Buona durabilità, vedi le caratteristiche. Prezzo mediamente elevato. Attenzione soprattutto al parquet che, nonostante sia molto resistente, non è esente da graffi ed ammaccature.


    Rovere - Caratteristiche
    Categoria / Famiglia / Nome Genere della famiglia delle Fagaceae.
    Provenienza Italia/Europa
    Colore Alburno stretto con colore bianco-giallastro.
    Tessitura Assomiglia nella tessitura a quello della quercia.
    Massa (dopo stagionatura) - Leggero (450 Kg/m2)
    Durabilità -- Scarsa
    Stabilità ++ Discreta
    Lavorabilità ++ Buona
    Durezza + Diesceta
    Caratteristiche meccaniche - Assiale 51 N/mm2, a flessione 110 N/mm2
    Incollaggio +++ Ottimo
    Verniciatura ++ Buono
    Legenda -- Scarso - Modesto +Discreto ++Buono +++Ottimo

    Pregiato

    Il legname di Rovere è altamente pregiato sin dall'antichità per costruzioni navali, maritti­me, idrauliche e stradali, per strutture portanti ed opere varie di carpenteria e di falegna­meria pesante in genere. Oltre a questi impieghi che sono di primaria importanza merita poi ricordare la pavimentazione, i lavori da bottaio (mastelli, botti, recipienti vari), i mobili (che risultano però molto pesanti), gli infissi interni ed esterni e le traversine ferroviarie.

    Quest'ultimo impiego, per il quale il legno di Rovere si dimostra eccellente anche senza l'applicazione di trattamenti di preservazione, è la causa prima della scomparsa di molti querceti verificatasi nella seconda metà del secolo scorso in concomitanza con lo svilup­po della rete ferroviaria. Un ultimo impiego, di discreto interesse economico, è quello della decorazione mediante impiallacciature tranciate.

    La consistente richiesta di legname di Rovere per i vari impieghi menzionati più so­pra non può essere coperta dalle disponibilità italiane ed è pertanto necessario ricorrere a massicce importazioni: si tratta però non soltanto di un problema di quantità ma anche di qualità giacché il materiale proveniente dalla Francia, dalla ex Jugoslavia e dalla Polonia è giudicato assai migliore del nostro sia come lavorabilità che come aspetto.

    Un tale fatto in­contestabile dipende essenzialmente dall'essere i querceti di tali paesi costituiti da Farnia e non dalla Rovere (sensu stricto) la quale invece assieme alla Roverella predomina in Ita­lia. A proposito del materiale di provenienza jugoslava si tenga ben presente che la dicitu­ra «Rovere di Siavonia» di corrente uso nel commercio, non è corretta, trattandosi invece realmente di Farnia.


     

    Legno di Rovere: Caratteristiche e Applicazioni

    Leggero e resistente

    l genere Quercus è rappresentato da oltre 500 specie differenti, che vivono in tutte le zone temperate della terra. In Italia la più utilizzata da un punto di vista industriale è appunto la Q. sessiflora (rovere). Un tempo si riteneva che farnia, rovere, roverella fossero delle sottospecie della Q. Kohur. Oggigiorno si preferisce dare una più esatta definizione botanica, per cui la specie Q. pedunculuta definisce la farnia, la Q. pubescens la rovella e la Q. sessiflora il rovere.

    Le differenze botaniche sono comunque molto esigue ed anche le caratteristiche tecnologiche di impiego praticamente comuni alle varie specie. Il rovere europeo, il rovere giapponese e il rovere americano, sebbene commercialmente distinti, sono simili come carattere. Il miglior legname di rovere proviene da alberi cresciuti in bosco, che possono raggiungere i 30 metri di altezza ed hanno un fusto lungo e diritto fino ad un metro di diametro; i vecchi alberi dei parchi hanno talvolta un fusto più largo, con spesso delle basse ramificazioni.

    Da sempre è stato uno dei legni più largamente utilizzati in tutti i settori di applicazione. Da quello navale alle costruzioni civili, per lavori da carradore, ai mobili; sia come massiccio che come tranciato. Come paleria, anche immerso in acqua, per botti, listoni da pavimento, traversine ferroviarie ecc. Unioni con chiodi e viti tengono bene anche se si consiglia la preforatura delle sedi.

    Si lavora con facilità, si lascia tinteggiare e verniciare senza particolari problemi. Molti bei esempi di usi strutturali, in falegnameria e nella decorazione si possono ammirare in edifici storici. Oggi è ancora un importante legno strutturale quando si richiedono aspetto tradizionale o robustezza e durevolezza. È usato per la costruzione di barche, specialmente di barche da pesca, e per portoni e paleria. È un importante legno da mobili ed è usato per falegnameria, pannellature e pavimenti di abitazioni; un uso speciale è quello per doghe da botti da whisky e barili da sherry.

     
     

    Tipologie

    Dal punto di vista commerciale, esistono tre tipi di rovere, accumunati dalle stesse caratteristiche tecnologiche ed utilizzi. Si distinguono in base alla provenienza:

    • Rovere americano, che comprende il rovere americano bianco (Quercus alba) ed il rovere americano rosso (Quercus rubra), che come sottintende il nome differiscono per il colore.
    • Rovere europeo, che come l’americano comprende il rovere bianco (Quercus robur anziché alba) ed il rovere rosso (Quercus rubra).
    • Rovere giapponese, che comprende il Quercus myrsinifolia ed il Quercus glauca.

    Per il rovere destinato a parquet, abbiamo le seguenti varietà:

    • Rovere naturale, un classico che non tramonta mai.
    • Rovere spazzolato, con la venatura in rilievo.
    • Rovere sabbiato, giusto equilibrio fra il classico ed il moderno.
    • Rovere sbiancato, è quello più gettonato perché permette di creare ambienti luminosi e solari.
    • Rovere anticato, dai colori caldi e tradizionali.

    Utilizzi

    È un legno molto apprezzato per le sue numerose caratteristiche positive e si presta a vari usi. I principali sono:

    • Costruzione di mobili pregiati e duraturi.
    • Costruzione di piccole imbarcazioni.
    • Costruzione di botti pregiate per l’invecchiamento dei vini.
    • Realizzazione di strutture portanti nell’edilizia.

    Realizzazione di

  • Legna da ardere, produce un’elevata quantità di calore ed una bassa densità di fumo.
  • foto di un parquet in rovere
  • parque in rovere

    Pregi e Difetti

    In base alle caratteristiche che abbiamo già visto, il rovere presenta numerosi pregi e l’unico “difetto” che ci sentiamo di segnalare è il costo abbastanza elevato che tuttavia viene ripagato nel tempo grazie alle numerose qualità. Riassumiamo le principali: Elevata durezza e tenacità, vedi le caratteristiche. Elevata resistenza alle intemperie ed agli agenti atmosferici, vedi le caratteristiche. Buona durabilità, vedi le caratteristiche. Prezzo mediamente elevato. Attenzione soprattutto al parquet che, nonostante sia molto resistente, non è esente da graffi ed ammaccature.


    Rovere - Caratteristiche
    Categoria / Famiglia / Nome Genere della famiglia delle Fagaceae.
    Provenienza Italia/Europa
    Colore Alburno stretto con colore bianco-giallastro.
    Tessitura Assomiglia nella tessitura a quello della quercia.
    Massa (dopo stagionatura) - Leggero (450 Kg/m2)
    Durabilità -- Scarsa
    Stabilità ++ Discreta
    Lavorabilità ++ Buona
    Durezza + Diesceta
    Caratteristiche meccaniche - Assiale 51 N/mm2, a flessione 110 N/mm2
    Incollaggio +++ Ottimo
    Verniciatura ++ Buono
    Legenda -- Scarso - Modesto +Discreto ++Buono +++Ottimo

    Pregiato

    Il legname di Rovere è altamente pregiato sin dall'antichità per costruzioni navali, maritti­me, idrauliche e stradali, per strutture portanti ed opere varie di carpenteria e di falegna­meria pesante in genere. Oltre a questi impieghi che sono di primaria importanza merita poi ricordare la pavimentazione, i lavori da bottaio (mastelli, botti, recipienti vari), i mobili (che risultano però molto pesanti), gli infissi interni ed esterni e le traversine ferroviarie.

    Quest'ultimo impiego, per il quale il legno di Rovere si dimostra eccellente anche senza l'applicazione di trattamenti di preservazione, è la causa prima della scomparsa di molti querceti verificatasi nella seconda metà del secolo scorso in concomitanza con lo svilup­po della rete ferroviaria. Un ultimo impiego, di discreto interesse economico, è quello della decorazione mediante impiallacciature tranciate.

    La consistente richiesta di legname di Rovere per i vari impieghi menzionati più so­pra non può essere coperta dalle disponibilità italiane ed è pertanto necessario ricorrere a massicce importazioni: si tratta però non soltanto di un problema di quantità ma anche di qualità giacché il materiale proveniente dalla Francia, dalla ex Jugoslavia e dalla Polonia è giudicato assai migliore del nostro sia come lavorabilità che come aspetto.

    Un tale fatto in­contestabile dipende essenzialmente dall'essere i querceti di tali paesi costituiti da Farnia e non dalla Rovere (sensu stricto) la quale invece assieme alla Roverella predomina in Ita­lia. A proposito del materiale di provenienza jugoslava si tenga ben presente che la dicitu­ra «Rovere di Siavonia» di corrente uso nel commercio, non è corretta, trattandosi invece realmente di Farnia.